Seleziona una pagina

Potrebbe essere ancora in qualche modo vero, anche in questa epoca di piccole pillole blu, sostiene un nuovo documento.

Un buon numero di uomini che hanno ricevuto un placebo in studi clinici per farmaci per la disfunzione erettile hanno sperimentato un miglioramento della loro funzione, hanno detto i ricercatori in un rapporto pubblicato online il 20 marzo su JAMA Network Open.

Questo effetto placebo è stato più pronunciato negli uomini con disturbo da stress post-traumatico (PTSD), suggerendo che per alcuni uomini la psicologia è più importante della fisiologia nell’affrontare la disfunzione erettile, ha detto il ricercatore capo Alexander Stridh del dipartimento di neuroscienze cliniche del Karolinska Institute, in Stoccolma.

“La risposta al placebo sembra in gran parte più importante quando la causa della [disfunzione erettile] è principalmente dovuta a fattori psicogeni, come nel disturbo da stress post-traumatico”, ha detto Stridh.

Per questa analisi, il suo team ha raccolto i dati di 63 studi che hanno coinvolto più di 12.500 uomini.

Gli studi hanno dimostrato che il Viagra ei suoi parenti hanno avuto un forte effetto nell’aiutare gli uomini che avevano la disfunzione erettile a causa di una malattia cronica.

“Gli studi inclusi in questa meta-analisi erano principalmente studi su uomini con [disfunzione erettile] a causa di malattie cardiovascolari, diabete, ecc.”, Ha detto Stridh. “È probabile che ci sia un limite a quanto il cervello può influenzare la funzione erettile quando il problema è principalmente disfunzioni nei vasi sanguigni o nei nervi periferici”.

Ma i ricercatori hanno scoperto che anche gli uomini nel braccio placebo di questi studi hanno sperimentato un miglioramento da piccolo a moderato della loro funzione erettile. L’effetto placebo è stato notevolmente più forte tra gli uomini con PTSD.

“Questo documento sottolinea l’importanza di prendere in considerazione la causa alla base della [disfunzione erettile] in ogni individuo, che potrebbe anche aiutare a determinare quale sarebbe la migliore opzione di trattamento”, ha detto Stridh. Alcuni uomini potrebbero trarre maggiori benefici dalla psicoterapia, altri con un approccio farmaceutico, ha aggiunto.

“È chiaro che il Viagra e altri [farmaci per la disfunzione erettile] funzionano molto bene in molti casi, ma non dobbiamo trascurare l’importanza degli aspetti psicologici della [disfunzione erettile], in particolare negli individui che non hanno chiare cause fisiologiche per [la condizione] “, Disse Stridh.

L’urologo Dr. Manish Vira ha detto che i ricercatori hanno ragione.

“Dato il significativo miglioramento dei sintomi con il placebo tra i pazienti con PTSD, lo studio suggerisce che i medici dovrebbero lavorare per affrontare alcuni dei fattori di stress psicologico prima di iniziare i pazienti con farmaci per il trattamento”, ha detto Vira. È vicepresidente per la ricerca urologica presso l’Arthur Smith Institute for Urology di Northwell Health a New Hyde Park, NY

Stridh ha detto che l’analisi ha anche scoperto che i farmaci simili al Viagra non funzionano meglio del placebo per il recupero a lungo termine della funzione erettile dopo il trattamento del cancro alla prostata, una pratica comune in alcuni luoghi che ha aggiunto “sembra essere discutibile”.

Sebbene i risultati sembrino indicare che alcuni uomini trarrebbero maggiori benefici dalla consulenza, Stridh ha avvertito che un effetto placebo percepito potrebbe in realtà essere fluttuazioni naturali nella gravità dei sintomi.

“I pazienti hanno la tendenza a cercare aiuto quando i loro sintomi sono peggiori e potrebbero essere migliorati entro un paio di settimane indipendentemente dal trattamento dato”, ha detto. Esplora ulteriormente